Spezia-Benevento, Inzaghi: “Fuori tre giocatori importanti, Kragl jolly importante”

Nella classica conferenza pre partita, mister Filippo Inzaghi ha presentato la difficile sfida che attende il suo Benevento al “Picco” di La Spezia, contro la squadra allenata da Vincenzo Italiano. Di seguito le principali dichiarazioni rilasciate dal trainer giallorosso nel pomeriggio di ieri.

Spezia-Benevento: la conferenza stampa di Inzaghi pre partita

“Per il bollettino medico ci metteremo d’accordo con i medici e la società, – ha detto il tecnico dei sanniti – non c’è nessun segreto. Sau ha avuto una elongazione, è inutile rischiarlo quindi tornerà dopo la sosta. Abbiamo fuori calciatori come Schiattarella, Volta e Sau e nessuno se ne accorge, – ha aggiunto Inzaghi – questo è il bello di un gruppo che si allena al massimo e che ha tanti elementi forti. Dobbiamo continuare su questa strada, sono molto soddisfatto di quanto mi sta dando. Manteniamo alta la concentrazione soprattutto in vista di un incontro complicato come quello di La Spezia.

Lo Spezia? Ho visto tutte le loro partite. La classifica non è veritiera, la rosa è di qualità. La gara è complicatissima – riporta ottopagine.it come tutte quelle di serie B. Affrontiamo una squadra che lotterà per i play off. E’ in un momento difficile solo dal punto di vista dei risultati e non per le prestazioni. È chiaro che le partite dipenderanno anche dal nostro atteggiamento e su questo aspetto sono tranquillo.

Kragl? Può giocare ovunque. È un jolly importante. Ho cercato di farlo crescere dal punto di vista della condizione, quando ha dimostrato di star bene l’ho fatto giocare e ha dimostrato di essere pronto. La situazione a centrocampo? Quando rientrerà Schiattarella, potremo giocare sia a due che a tre nel mezzo, magari con Hetemaj più alto sull’esterno, visto che ha già ricoperto quel ruolo. Sono tutte soluzioni su cui lavoreremo, ma adesso è inutile prenderle in considerazione.

L’imbattibilità? È un motivo di grande orgoglio. Speravo che raggiungessimo questa maturità, anche se le difficoltà sono dietro l’angolo. Ogni partita ha una storia a sé, ma se continueremo ad avere questa solidità andremo lontano perché il gol l’ha sempre trovato” – ha concluso mister Inzaghi.

Leggi anche:

Analisi Benevento-Entella 1-1: due punti persi, sprecando s’impara?

Nato ad Avellino il 26 dicembre 1996, ha conseguito la Laurea Triennale in Scienze della Comunicazione presso l'Università degli Studi di Salerno. Amante del calcio sin dalla nascita, segue l'Avellino Calcio fin da bambino e resta aggiornato su tutto ciò che riguarda lo sport più bello del mondo.