Roberto Mancini sui giocatori del Benevento: “Li seguiamo, stanno facendo bene”

Ospite (via Skype) degli studi di LAB Tv, il CT della Nazionale Italiana, Roberto Mancini, ha detto la sua sull’attuale momento del calcio italiano e sulla stagione finora condotta dal Benevento di Filippo Inzaghi. A pochi mesi dagli Europei, c’è grande attesa per l’elenco dei giocatori che saranno convocati per partecipare alla prestigiosa manifestazione continentale.

“Siamo felici che la Nazionale sia tornata ad essere importante per i tifosi italiani – ha detto Mancini nel corso della trasmissione Freesportche si erano un po’ allontanati. Ci fa piacere che la squadra si esprima bene con un buon calcio e che faccia divertire. Siamo felici perché si è creato un bellissimo gruppo con un gran feeling.

Il Presidente Vigorito? Ci è dispiaciuto perché a novembre avremmo dovuto giocare al Vigorito, poi la gara fu rinviata per l’emergenza Covid, speriamo di poterci tornare presto. Che partita ho visto a Bologna? Dal 20′ del secondo tempo la partita è stata più difficile per le condizioni meteo, il Benevento secondo me gioca bene e crea occasioni. Ha meritato il pareggio ed è andato vicino anche alla vittoria, credo che nel complesso abbia fatto un’ottima gara. Il Benevento gioca e crea tanto, quando giochi così ti prendi qualche rischio ma è la soluzione migliore per questo campionato e per salvarsi. Vanno fatti i complimenti ad Inzaghi.

I giocatori del Benevento? Li stiamo seguendo tutti, la porta della Nazionale è aperta a tutti i giocatori, non solo della Serie A. Se un giocatore ha qualità e le dimostra noi gli diamo la possibilità. In questo momento è un po’ più difficile perché tra quattro mesi avremo l’Europeo con un gruppo già formato, ma seguiamo tutti. Letizia? Lo conosco bene dai tempi dell’Inter, l’ho incontrato diverse volte e c’ha messo in difficoltà, lo seguo come seguiamo molti giocatori italiani. Il Benevento ha anche giocatori come Viola e Insigne, ma anche altri giocatori giovani”.

(Fonte Foto: Pianeta Milan)

Leggi anche:

Analisi Bologna-Benevento 1-1: il termometro della salvezza segna +9

Nato ad Avellino il 26 dicembre 1996, ha conseguito la Laurea Triennale in Scienze della Comunicazione e attualmente studia Corporate Communication e Media presso l'Università degli Studi di Salerno. Giornalista pubblicista dal 30 settembre 2020, ama, segue e pratica lo sport più bello del mondo.