Perugia-Benevento 2-4: le dichiarazioni di Maggio nel post partita

Al termine di Perugia-Benevento, il capitano dei sanniti Christian Maggio ha commentato la vittoria ai microfoni di OttoChannel.

Perugia-Benevento 2-4: le dichiarazioni di Maggio nel post partita

Queste le sue parole: “Oggi abbiamo dimostrato il nostro valore come non mai. Contro una squadra che ci ha messo in difficoltà. Loro sono bravi a giocare partendo da dietro. Abbiamo chiuso tutti gli spazi e approfittato delle occasioni per fare gol. Partita a tratti pazzesca, non capita tutti i giorni di vedere sei gol. Siamo sempre stati attenti e concentrati. Sapevamo quello che dovevamo fare. Questo è importante”.

Maggio ha poi proseguito, parlando dei fischi ricevuti e del chiarimento con il suo post su Instagram: “Non c’è dubbio. Ci sono rimasto male, ma i fischi fanno parte del nostro lavoro. Quando le cose non vanno bene ci stanno. Non sono stati quelli il problema. Sono state delle parole dette da una persona che mi ha colpito. In vent’anni di carriera, sentirmi dire “devi morire” da un tifoso non è bello. Ho avuto una reazione, giusta o sbagliata che sia. Sono stati tanti i tifosi che mi hanno applaudito, questo gli fa onore. Aldilà delle casacche che ho indossato negli anni ho sempre cercato di essere un professionista. Sudo la maglia e voglio fare grandi cose a Benevento. Cerco di dare sempre il massimo. I miei compagni mi hanno fatto capitano, un segno positivo. Credono in me, io credo in loro. La mia reazione è nata e finita lì. Sempre forza Benevento“.

Leggi anche:

Perugia-Benevento 2-4: le dichiarazioni di Caldirola nel post partita

Perugia-Benevento 2-4: le dichiarazioni di Bucchi nel post partita

Perugia-Benevento 2-4: le dichiarazioni di Improta a DAZN