Calciomercato Benevento: tra acquisti, desideri, obiettivi e cessioni

Dalla firma di Bryan Dabo al desiderio Gervinho, con un occhio a Cornelius. È in pieno fermento il calciomercato ai piedi della dormiente, fra trattative in dirittura d’arrivo ed altre che potrebbero decollare nei prossimi giorni. Gli acquisti di Kamil Glik, Daam Foulon, Artur Ionita, Gianluca Lapadula e Gianluca Caprari non rendono ancora sazia la società giallorossa, in cerca, con il suo DS Pasquale Foggia, degli ultimi acquisti di spessore volti a garantire un ulteriore salto di qualità ad una rosa che giorno dopo giorno va delineandosi, in attesa di capire quali saranno i necessari movimenti in uscita.

QUESTIONE DI ORE – Ad ore, il centrocampista Bryan Dabo sarà a tutti gli effetti un nuovo calciatore del Benevento. Con la Fiorentina, detentrice del cartellino, è stato chiuso lo scambio con il giovane classe 2003 Gentile. Dopo il proficuo viaggio a Firenze del DS Pasquale Foggia, si attende soltanto l’ufficialità dell’operazione. La sesta, in ordine cronologico, portata a compimento dalla società giallorossa, che garantisce a Filippo Inzaghi un altro acquisto di esperienza per l’avventura in Serie A. Mediano dotato di ottima fisicità e prestanza atletica, sarà un rinforzo utilissimo per dare muscoli e fiato al motore della squadra sannita.

LISTA OVER, ROSA DA SFOLTIRE – Con il suddetto acquisto di Bryan Dabo, il Benevento registrerà ben 4 esuberi, essendo al limite massimo di calciatori da presentare in lista che abbiano superato il ventunesimo anno di età. Un particolare non indifferente e che presuppone la partenza in pochi giorni di quattro pedine dell’annata dei record. Su tale aspetto, fondamentali saranno le offerte che perverranno allo società sannita. Improta, Kragl, Tello, Del Pinto, Antei, Tuia e Volta sono i prinicipali indiziati per una possibile partenza. “Se fosse possibile non farei a meno di nessuno”, queste le parole di Inzaghi a cui, molto probabilmente, si uniscono quelle di tutti coloro hanno negli occhi le iprese di una squadra che rimarrà nella storia della Serie B e del calcio Italiano. Ma purtroppo i salti di categoria portano a dover affrontare discorsi di questo tipo, con partenze dolorose ma, per certi versi, obbligate.

Offerte e richieste da valutare certo, ma anche l’ultima parola di mister Inzaghi che vuol essere sicuro di non lasciar andar via profili che possano ancora contribuire in maniera tangibile all’interno del gruppo. L’unica certezza è che in quattro (per ora) dovranno lasciare Benevento.

DESIDERI, SOGNI E OBIETTIVI –  Quattro partenze su cui lavorare, ma potrebbero essere anche di più. Perché, come detto in precedenza, il mercato in entrata del Benevento non è ancora finito. Desiderio, sogno e obiettivo: tre termini che si leggono Gervinho. L’Ivoriano del Parma  è il colpo sul quale i sanniti sono concentrati da ormai settimane. Ballano ancora dei milioni fra domanda e offerta: da un lato la società emiliana non intende concedere grandi sconti per un giocatore così importante, dall’altro i sanniti non intendono spingersi in offerte folli data l’età del calciatore. Un punto d’incontro fra le società e ciò che si augurano un po’ tutti, Parma e Benevento stesse, tenendo conto che lo stesso Gervinho accetterebbe il trasferimento.

Un occhio, sempre in casa Parma, è rivolto anche ad Andreas Cornelius. L’attaccante danese, autore di 12 reti e 4 assist nella scorsa stagione, rappresenta un profilo di altissimo livello ma con caratteristiche sicuramente differenti da un Gervinho e che aprirebbero ad altri tipi di valutazioni. Inoltre la trattativa appare complicata, in quanto l’attaccante possiede ancora un anno di contratto con i gialloblù, al quale è legato per mezzo di un prestito dall’Atalanta, con obbligo di riscatto in favore dei ducali.

(Foto: Ottopagine.it)

Leggi anche:

Caprari al Benevento: è Ufficiale

Lapadula al Benevento: é Ufficiale

Nato a Benevento il 9 Novembre 1995, studente in Scienze della Comunicazione, collaboratore per Ysport da più di un anno. Un passione smisurata per il mondo del calcio, nel raccontarlo, nell'analizzarlo e nell'esprimere il proprio punto di vista su tutte le sfumature che porta con sè, per farlo diventare il suo lavoro. Ospite abitualmente in trasmissioni dedicate al Benevento calcio del quale è anche tifoso da sempre.