Benevento-Cosenza 1-0: le dichiarazioni di Inzaghi nel post partita

 

Le dichiarazioni di Inzaghi nel post partita di Benevento-Cosenza 1-0

“Conosco un po’ questa categoria, sapevo che dopo un derby vinto in quel modo, anche non volendo, la squadra ne avrebbe risentito. Affrontavamo una squadra che ha guadagnato meno punti di quelli che meritava, ripartono con grande pericolosità e quindi sapevo che saremmo dovuti stare attenti. Oggi dobbiamo tenerci l’atteggiamento, la voglia, perché non sempre si può vincere con il gioco come a Salerno o contro il Cittadella. 

Abbiamo avuto due palle clamorose per andare in vantaggio nel corso della partita, poi siamo stati bravi e furbi a battere veloce un calcio piazzato e a buttarla dentro.

Oggi i complimenti vanno a chi è entrato. Manfredini è stato bravo perché ha dato sicurezza alla difesa, senza dover fare grandi interventi. Lo stesso sarebbe stato se ci fosse stato Gori in campo. Un plauso va anche ad Antei, che non giocava da un po’ di tempo, così come a Kragl e Armenteros, che sono entrati veramente bene al di là del gol finale. Oggi abbiamo capito, casomai ce ne fosse bisogno, com’è questa Serie B.

È un po’ un paradosso che io chiami la calma, la pazienza, per come vivo la partita io, ma vedevo i ragazzi che forzavano troppo alcuni passaggi e quindi ho chiesto di farla girare con più serenità, in attesa dell’occasione giusta. Queste sono partite, che se non riesci a vincerle, devi essere bravo a non perderle. Poi è arrivata anche la zampata vincente e ci prendiamo questi tre punti.

Soprattutto all’inizio, arrivavamo sempre dopo sulle seconde palle, sembravamo stanchi dopo la gara di lunedì. Poi siamo venuti fuori e abbiamo imposto il nostro ritmo, creando anche occasioni importanti. All’inizio li abbiamo lasciati giocare troppo, ma alla fine contavano i tre punti e la squadra ha dimostrato un carattere davvero importante.

Carattere elemento fondamentale? Io cerco di lavorare su tutto, su tutto il materiale che ho. Il carattere, oggi, i ragazzi lo hanno dimostrato, certe partite si possono vincere anche così. Importante aver preso pochi tiri in porta in queste prime partite, significa che tutta la squadra sta lavorando bene e che sta rispondendo al meglio a ciò che proviamo in allenamento.

Le condizioni di Montipò e Volta? Lorenzo aveva il collo bloccato, mentre Massimo ha sentito una fitta al tendine d’Achille, quindi vedremo se riusciremo a recuperarli per martedì. In ogni caso ho la fortuna di avere a disposizione giocatori importanti come Antei e Tuia, quindi abbiamo alternative nel caso non ce la facessero”.

Leggi anche:

Benevento-Cosenza 1-0: le dichiarazioni di Armenteros nel post partita

Nato ad Avellino il 26 dicembre 1996, ha conseguito la Laurea Triennale in Scienze della Comunicazione presso l'Università degli Studi di Salerno. Amante del calcio sin dalla nascita, segue l'Avellino Calcio fin da bambino e resta aggiornato su tutto ciò che riguarda lo sport più bello del mondo.