Benevento Calcio, Viola: “I tifosi? Giusto che sognino in grande. Vigorito un padre”

Nicolas Viola Benevento CAlcio

NICOLAS VIOLA BENEVENTO – Intercettato dai microfoni di Ottochannel, il faro del centrocampo del Benevento, Nicolas Viola, ha fatto il punto sull’attuale momento della squadra allenata da Bucchi, commentando le sue ultime prestazioni e i pesantissimi gol messi a segno con la maglia giallorossa contro Ascoli, Carpi e Perugia.

Di seguito le dichiarazioni rilasciate da Nicolas Viola, riportate da Ottochannel nella giornata odierna.

“Non sono ancora al 100% probabilmente, posso stare meglio dal punto di vista fisico. Ero reduce da un periodo di stop e mi mancavano i novanta minuti nelle gambe. Aver giocato tre partite consecutive mi ha aiutato, adesso posso solo migliorare.

I tifosi? Giusto che sognino, due anni fa sono stati determinanti, abbiamo sempre bisogno del loro aiuto. Dobbiamo continuare a lavorare mantenendo i piedi per terra.

La Serie B di quest’anno? Dura e imprevedibile, una squadra che vuole vincere deve essere equilibrata nella testa. Conosco molto bene la Serie B, è un campionato particolare. Se stiamo a pochi punti dal secondo posto vuol dire che anche le altre sono incappate in passi falsi. Non mi piace vivere di rimpianti, siamo ancora in tempo per fare bene. Dipende tutto da noi.

Infortunio ormai alle spalle? Ho avuto un problema alla caviglia, ma sono tornato più carico che mai. L’episodio contro lo Spezia? Volevo dare una mano alla squadra in un momento di difficoltà, poi ovviamente è il mister che decide. Penso che la mia reazione gli abbia fatto solo piacere, tra noi non ci sono mai stati problemi. Il Benevento ha un organico importante e non è facile scegliere la formazione titolare perché siamo tutti forti.

Le offerte rifiutate in sede di mercato? Non ho mai pensato di andare via. La mia scelta l’ho fatta a giugno perché voglio conquistare la Serie A con il Benevento. Per me Vigorito è come un padre, non ho mai avuto un presidente così. Lui sa che do il massimo anche per lui.

Dal Benevento di due anni fa nessuno ci si aspettava niente, è arrivato tutto alla fine dopo aver vissuto dei momenti complicati. Quest’anno le aspettative sono più alte. Siamo un gruppo che può dare tanto, se usciamo fuori come sappiamo ci sarà da divertirsi”.

Leggi anche:

Analisi Perugia-Benevento 2-4: “Ricordi, sbocciavan le Viole…”

Perugia-Benevento 2-4: le dichiarazioni di Bucchi nel post partita

Nato ad Avellino il 26 dicembre 1996, ha conseguito la Laurea Triennale in Scienze della Comunicazione presso l'Università degli Studi di Salerno. Amante del calcio sin dalla nascita, segue l'Avellino Calcio fin da bambino e resta aggiornato su tutto ciò che riguarda lo sport più bello del mondo.
No comments yet! You be the first to comment.

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

error: Content is protected !!