Benevento Calcio, Vigorito: “Non facciamo drammi, in linea con le aspettative”

Intervenuto ieri nel corso della trasmissione “Ottogol”, il presidente Oreste Vigorito ha tracciato un bilancio della situazione attuale in cui versa la squadra sannita, ponendo l’attenzione su quelle che erano le aspettative, quelli che sono i risultati e sulla considerazione di tecnico e calciatori.

Benevento Calcio, Vigorito: “Non facciamo drammi, in linea con le aspettative”

Ecco le sue parole: “Non facciamo drammi. Il Benevento è in piena zona playoff, in piena corsa per i nostri obiettivi. Cadere è più facile che salire, basta vedere il Crotone che ad inizio anno era fra le favorite. A mio modo di vedere siamo in linea con le aspettative anche se abbiamo perso troppe partite in un campionato così livellato.

Dei risultati infatti non sono deluso ma nemmeno contentissimo. E sono sincero, come tanti tifosi nemmeno io quest’anno mi esalto a vedere il Benevento. Posso garantire però che ho un gruppo di calciatori che sta dando il massimo, allenamento dopo allenamento, compreso mister Bucchi e il ds Foggia. Bucchi ha un bellissimo rapporto con la rosa, trasparente, ed è anche per questo che gode della nostra fiducia.

Ci sono calciatori che stanno maturando, anche se ancora giovani, altri che si stanno preparando per dare il meglio. Vi posso dire che alcuni di loro dopo la sconfitta con lo Spezia piangevano, perché come me ci tengono a raggiungere la missione che abbiamo, ma ci può volere del tempo.

Mi fa sorridere che come successo in serie C, succede anche adesso in B. Sento nuovamente dire che Vigorito non vuole salire di categoria. Io lo prendo come fosse un augurio a migliorarsi sempre. Io non ho mai dichiarato di non voler tornare in serie A, se dovesse succedere già quest’anno sarei il primo ad esultare. Ma sono anche consapevole che probabilmente serve una struttura consolidata che possa essere di base ad un progetto più lungimirante e ambizioso per fare bene anche in massima serie. In questo senso vi chiedo di essere sereni e meno catastrofici. Siamo una società modello per la serie B.

Il caso Viola? Voleva entrare contro lo Spezia per dare il suo contributo, darebbe l’anima per il Benevento. Ma così facendo Bucchi avrebbe automaticamente concesso l’autogestione a tutti gli altri giocatori e questo non può succedere.

Non sono uno che ama fare ricorsi, le partite le voglio vincere sul campo come sempre fatto, però non è nemmeno giusto che delle irregolarità, se ci sono, passino inosservate. Quindi  presenterò reclamo per la questione Okereke.

La promozione dalla C2 alla C1 è stata la prima del mio Benevento, uno dei ricordi indelebili, uno dei più densi di emozioni.”

Leggi anche:

Benevento-Spezia, Risultato non Omologato: perché?

Benevento-Spezia 2-3: le dichiarazioni di Bucchi nel post partita

Nato a Benevento il 9 Novembre 1995, studente in Scienze della Comunicazione, collaboratore per Ysport da più di un anno. Un passione smisurata per il mondo del calcio, nel raccontarlo, nell'analizzarlo e nell'esprimere il proprio punto di vista su tutte le sfumature che porta con sè, per farlo diventare il suo lavoro. Ospite abitualmente in trasmissioni dedicate al Benevento calcio del quale è anche tifoso da sempre.